Famiglia Bertellini & Brandon

OSPITALITA’ GIOVANI AMERICANI.
CIAO A TUTTI, siamo la famiglia Bertellini di Pegognaga e abbiamo ospitato Brandon Stnaway. Lasciamo a lui la prima parte di racconto dell’esperienza!

“La mia esperienza di Pegognaga è stato fantastica. La mia famiglia: Elena, Aldo, Lorenzo, Nicolò (Simone, per pranzo) e Kelly  sono stati accoglienti dal primo giorno quando sono arrivato in Italia. Quando sono sceso dal pullman dell’aeroporto, non ho parlato molto italiano perché sono stato nervoso. Ma un giorno mi sentivo a casa. Nicolò, Lorenzo, ed io abbiamo giocato a basket, Vortex, e NBA 2K17. I cibi sono stati buonissimi. Preferisco la carbonara. Al Grest, a Polesine e Pegognaga, ero molto divertito. Abbiamo giocato a basket, bandiera genovese, pitbull (mio preferito), e pallavolo. Gli Animatori e Responsabili sono stati simpatici. Mi hanno aiutato per capire l’italiano e hanno parlato in inglese un po’. La mia famiglia ed io siamo andati a Venezia, al museo della Ferrari, Mantova e Lago di Garda. L’ ultima domenica, siamo andati al barbeque a casa di Simone”.

Fantastico! Per il secondo anno abbiamo potuto aprire le nostre braccia e la porta di casa nostra ad un ragazzo americano, Brandon.
 L’esperienza è stata positiva per la sua presenza, era come aver un altro figlio! Che subito ha fatto amicizia con  i nostri due figli: è stato un perfetto fratello maggiore.
Abbiamo cercato di sfruttare al meglio il tempo a disposizione per accompagnarlo a visitare le meraviglie del nostro paese, aiutarlo nella conversazione e cercare di farlo sentire a suo agio in famiglia. Ci siamo divertiti anche nell’organizzare momenti conviviali e gite insieme alle altre due famiglie ospitanti e lo abbiamo coinvolto nella partecipazione agli incontri con i nostri amici.
Riteniamo che Voluntaritaly sia un progetto veramente importante e speriamo che  possa ripetersi nel tempo, perché dona a tutti la possibilità di crescere e conoscere!
Anche Lorenzo e Nicolò hanno gradito i consigli e le performance sportive di Brandon.
Grazie a tutti gli organizzatori, italiani e americani per averci regalato questa  esperienza e al nostro parroco per aver accolto la proposta della diocesi.
Al prossimo anno! Sperando che la diocesi di Mantova continui ad essere meta di  questi giovani studenti americani!
Elena, Aldo, Lorenzo, Nicolò, Brandon.